Cos'è il Closlieu - Il Closlieu

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cos'è il Closlieu

Cos'è il Closlieu


Il closlieu è una struttura, il gioco è un rituale.
La formulazione è il frutto delle ripetizioni e di una grande concentrazione.
l'evoluzione che si svolge qui dentro ti allontana dalla molteplicità e ti porta all'assenziale.
Arno Stern

L'atelier di pittura per "bambini dai 3 ai 99 anni"  dove il gesto del dipingere diventa un gioco, secondo la pratica di Arno Stern, un gioco creativo al riparo da giudizi, interpretazioni e competizioni

Cos'è il closlieu.

Il closlieu è una particolare stanza dalle pareti colorate in cui un gruppo eterogeneo di persone dipinge servendosi dell’unico strumento disponibile: un tavolo-tavolozza fornito di 18 colori con tre pennelli ciascuno, che non aspettano altro che essere usati nel gioco libero del dipingere.
Closlieu” significa letteralmente “luogo protetto”. Infatti, grazie alla competenza del praticien (servitore dalla gentile fermezza, formatosi agli studi di Arno Stern), i partecipanti sono...
...
protetti dalle pressioni della vita quotidiana, poiché ogni disegno non ha limiti ne di tempo ne di spazio;
...
protetti dal giudizio, poiché ciò che viene tracciato non è sottoposto a nessun tipo di valutazione o interpretazione;
...
protetti dalla competizione, poiché dipingere senza essere giudicati, senza avere temi imposti, accanto a persone diverse per età, sesso, razza, religione, nel rispetto delle regole e dello strumento comune, fa conoscere il piacere di realizzare il proprio essere in armonia con le diversità degli altri;
...
protetti dal caos dei continui stimoli a cui siamo sottoposti, poiché nel Closlieu regna la continuità: la stanza, il tavolo-tavolozza, il praticien, il disegno vengono lasciati alla fine dell’incontro per essere ritrovati tali e quali all’incontro successivo. L’appuntamento nel closlieu diventa quindi un
punto di riferimento importante per chi vi partecipa.
Nel nostro tempo frenetico e competitivo si sono soffocati e repressi i bisogni creativi ed espressivi degli individui e il closlieu con le sue caratteristiche si può definire: luogo di rianimazione alla spontaneità, dove è possibile l’attuazione di un
evento naturale privo di riscontri precedenti a cui il suo scopritore Arno Stern ha dato il nome di Formulazione.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu